HOME
 
Oltre cinquanta video interviste con soldati ed ufficiali italiani, deportati ed internati nella germania nazista.
Cinquanta persone che tra il settembre del 1943 e l’estate del 1945 erano diventati numeri, pezzi.
Erano schiavi all’interno di un sistema crudele per mantenere l’efficienza dell’economia tedesca nonostante la guerra. Oggi sono dei signori anziani. Hanno aperto le loro case e hanno raccontato come è, che cosa si sente, quando la Storia fa irruzione nella propria vita.
Ascoltandoli nasce un filo rosso che li lega tra di loro, che lega luoghi, ceti ed ambienti tanto differenti.
Nasce un racconto.

… quel che abbiamo voluto tentare è un incontro costante di passato e presente … Se tale dialogo … anima la nostra opera, potremmo dire di aver conseguito lo scopo. La storia non è altro che una continua serie di interrogativi rivolti al passato in nome dei problemi e delle curiosità, nonché delle inquietudini e delle angosce, del presente che ci circonda e ci assedia.
Fernand Braudel